Logo UPO, Università del Piemonte Orientale
Cambia lingua
Main content

Master di primo livello in Supervisione per i Servizi Sociali e Sociosanitari (MASSS) (aa. 22/23)

Tipologia corso Master

Anno accademico 2022/2023

Struttura di appartenenza
Digspes

Il corso è patrocinato dall’Ordine Nazionale degli assistenti sociali e dall’Ordine degli assistenti sociali del Piemonte.

E’ stata avviata la procedura per il riconoscimento dei crediti per la formazione continua da parte dell’Ordine degli Assistenti Sociali.

Presentazione

Lo scopo del Master in “Supervisione per i servizi sociali e sociosanitari” (MASSS) è di sviluppare nei partecipanti conoscenze, competenze e abilità di alto livello utili nell’esercizio delle funzioni di supervisore per i professionisti dei servizi sociali.

La supervisione si connota come un processo di riflessione e autovalutazione da parte dei professionisti relativo alle attività esperite nella pratica operativa quotidiana e alla relazione con l’organizzazione di appartenenza.

La pratica della supervisione richiede la presenza di un supervisore professionista esperto, in possesso di una formazione di alto livello ad hoc per garantire la qualità, la riservatezza e il rapporto di fiducia con i supervisionati e con il contesto organizzativo all’interno del quale si realizza il processo. All’interno di sistemi organizzativi complessi, la supervisione è cruciale per promuovere il buon funzionamento dei servizi, per offrire adeguate risposte alle domande dei cittadini e per sostenere il benessere dei professionisti.

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) individua tra le linee prioritarie quella che concerne dispositivi che migliorino la qualità dell’intervento professionale; tra questi, la supervisione può essere considerata come il principale per un Servizio sociale professionale riconosciuto come servizio pubblico essenziale (LEPS, art. 1, co. 797 legge 178/2020).

Inoltre, il Piano Nazionale degli Interventi e dei Servizi Sociali 2021-2023 (PNS) individua, tra le azioni prioritarie, l’attivazione del LEPS: Supervisione del personale dei servizi sociali, fornendo indicazioni in merito (2.3.1.2 e scheda tecnica nella sezione 2.7.2), riconoscendo il suo finanziamento, allo stato attuale, con rilevanti risorse a valere sul PNNR, e, in futuro, sul Fondo Nazionale Politiche Sociali (FNPS), in modo da garantire la supervisione in forma stabile in tutti gli Ambiti territoriali.

Il Master in “Supervisione per i servizi sociali e sociosanitari” (MASSS) risponde, dunque, a istanze formative provenienti da diversi settori dei servizi sociosanitari. Pertanto, l’approccio formativo proposto consentirà ai partecipanti di acquisire conoscenze, competenze e abilità di alto livello utili nell’esercizio delle funzioni di supervisore per i professionisti dei servizi sociali e sociosanitari.

Si tratta, in linea generale, di sviluppare conoscenze e capacità di analisi della domanda di supervisione, di progettazione di un processo di supervisione, di conduzione della supervisione in gruppo e in forma individuale, di analisi degli aspetti emotivi e dei diversi tipi di dinamica che caratterizzano la relazione tra supervisore e supervisionati, ivi compresi l’analisi dell’errore e l’uso di una conoscenza critica degli indirizzi delle politiche sociali.

Obiettivi formativi

Alla conclusione del Master, il partecipante che ne abbia fruito con profitto, avrà potenziato le seguenti competenze:

A. Conoscenza e comprensione

  • conoscenza teorico-metodologica avanzata del processo di supervisione e di tutti i dispositivi utili alla sua conduzione;
  • conoscenza e comprensione dei principali aspetti teorico-metodologici del servizio sociale e dei temi innovativi, anche in prospettiva interdisciplinare.

B. Capacità di applicare conoscenza e comprensione

  • capacità di facilitare la riflessione sulle pratiche professionali, sull’analisi dell’errore, sulla elaborazione di nuovi processi di intervento all’interno delle organizzazioni;
  • capacità di guidare la riflessione su sperimentazioni di metodologie avanzate e innovative nei servizi sociosanitari.

C. Autonomia di giudizio

  • capacità di assumere decisioni attraverso un approccio scientifico di problem solving nella complessità del processo di supervisione;
  • valutare, in modo partecipato, l’efficacia degli interventi attuati dai professionisti in supervisione sulla base di criteri scientifico-professionali e deontolologici;
  • contribuire alla realizzazione di processi integrati e interdisciplinari nel campo del lavoro sociale.

D. Abilità comunicative

  • abilità comunicative interpersonali e di facilitazione nei gruppi di lavoro;
  • abilità comunicative con interlocutori specialisti e con l’organizzazione presso la quale è attivata la supervisione;
  • abilità nello sviluppo in forma scritta un progetto di supervisione.

E. Capacità di apprendimento

  • capacità di rielaborare le conoscenze e le competenze acquisite in modo flessibile e funzionale alle esigenze di studio, ricerca e intervento come supervisore;
  • sviluppare adeguate competenze di analisi e intervento nei diversi contesti formativi, di natura formale, non formale e informale;
  • capacità di analisi delle caratteristiche, delle dinamiche e dei problemi relativi alla formazione continua e alla supervisione.

Scadenze

  • Presentazione domanda di ammissione entro il 22 novembre 2022, ore 12:00
  • Colloquio on line: 2 dicembre 2022
  • Pubblicazione della graduatoria: dal 7 dicembre 2022
  • Presentazione della domanda di iscrizione: entro il 20 gennaio 2023, ore 12:00;

  • Quota di iscrizione: Euro 3.500,00 (I rata Euro 2.000,00, da versare entro il termine previsto per l'iscrizione; II rata: Euro 1.500,00 entro il 30 giugno 2023
  • Durata: annuale
  • Sede delle lezioni: Gli insegnamenti istituzionali sono svolti all’interno delle strutture didattiche afferenti al Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale e prevedono lezioni frontali, esercitazioni, lavori di gruppo e discussioni in modalità mista: da remoto/online (lezioni, seminari, esercitazioni, un laboratorio di simulazione per 25 ore) e in presenza (due laboratori di simulazione ed esercitazioni per 50 ore, nonché altre eventuali attività didattiche).
  • Inizio delle lezioni: febbraio 2023
  • Fine delle attività didattiche: febbraio 2024
  • Frequenza: per essere ammessi alla prova finale bisogna aver frequentato almeno il 75% delle lezioni
  • Prova finale: Al termine del percorso formativo il candidato sosterrà una prova finale la cui valutazione in trentesimi dipenderà per il 50% da una prova pratica svolta al termine del secondo “Laboratorio di pratica e simulazione di supervisione”, svolto in presenza, e per il 50% dalla discussione del Project Work.
  • Ore e crediti: 1500 ore, di cui 187 di didattica frontale e 75 di laboratori. Il completamento delle attività del master e il superamento della prova finale comportano l’acquisizione da parte dello studente di 60 CFU.
  • Numero studenti: il Master avrà un numero minimo di 15 e un numero massimo di 40 studenti
  • Titolo rilasciato: Al candidato che abbia rispettato l’obbligo di frequenza, compresi i laboratori, abbia superato le verifiche intermedie di profitto e la prova finale verrà rilasciato il titolo di Master Universitario di I livello in “Supervisione per i servizi sociali e sociosanitari” (MASSS) a firma del Rettore dell’Università e della Direttrice del Master.

Contatti

Segreteria scientifica del Master: masss@uniupo.it

Ultima modifica 6 Dicembre 2022