Tirocinio - Uffici Giudiziari

Ministero della Giustizia -  Fare un tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari: un’opportunità da cogliere per i laureati in Giurisprudenza

L’articolo 73 del D.L. 69/2013 (convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98), modificato dagli articoli 50 e 50-bis del D.L. 24 giugno 2014, n. 90 (convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114)  prevede che i laureati in giurisprudenza più meritevoli possano accedere, a domanda e per una sola volta, a stage di formazione teorico-pratica della durata di diciotto mesi presso gli uffici giudiziari, per assistere e coadiuvare i magistrati delle Corti di appello, dei tribunali ordinari, degli uffici requirenti di primo e secondo grado, degli uffici e dei tribunali di sorveglianza, dei tribunali per i minorenni nonché i giudici amministrativi dei TAR e del Consiglio di Stato.

Si tratta di una opportunità formativa importante poiché consente di vedere di persona come lavorano giudici e avvocati e di capire direttamente come si applicano ai casi concreti le leggi studiate all'Università. I giovani ammessi allo stage conseguono non solo un vantaggio competitivo dato dalla conoscenza diretta delle complesse attività del giudicare e difendere, ma anche un titolo di preferenza in tutti i concorsi pubblici.